Gallerie d’Italia, il progetto culturale di Intesa San Paolo per la conservazione dell’arte

Gallerie d'arte e promozione artistica

Ben ritrovati a un nuovo approfondimento di Archimede Arte.

Intesa San Paolo vanta un considerevole patrimonio artistico confluito dai precedenti istituti di credito in quello attuale del gruppo. Si tratta di una raccolta di opere d’arte dal valore notevole che proprio per questa ragione deve essere protette e promosse a livello di divulgazione.

Il Progetto Cultura di Intesa San paolo è il canale attraverso cui il gruppo contribuisce alla divulgazione della cultura nel Paese. Esso si origina attorno all’immenso patrimonio architettonico e artistico dell’istituto, oltre 30.000 opere d’arte e oltre 20 palazzi di pregio.

Gallerie d'arte e promozione artistica

Progetto Cultura di Banca Intesa per la valorizzazione delle opere d’arte

Da tempo Banca Intesa ha promosso nel corso di Progetto Cultura, il complesso di iniziative culturali diretto da Michele Coppola e sovrinteso dal presidente emerito Giovanni Bazoli rivolto alla promozione dell’arte: una serie di iniziative di tutela e di valorizzazione che oltre al restauro delle opere d’arte prevede l’esposizione delle stesse nei musei appartenenti al circuito delle “Gallerie d’Italia”, il polo museale di Intesa San Paolo che comprende:

  • Le Gallerie di Palazzo Leoni Montanari a Vicenza
  • Le Gallerie di Palazzo Zevallos Stigliano a Napoli
  • Le Gallerie di Piazza Scala a Milano

Si tratta di Palazzi Storici situati nelle rispettive città resi nelle sedi espositive per accogliere e rendere visibili le collezioni d’arte del pubblico.

Palazzo Leoni Montanari è una lussuosa residenza arricchita da opere d’arte di tradizione barocca che venne destinata nel 1990 a ospitare iniziative culturali. L’edificio di Vicenza ospita centinaia di reperti prelevati dalla necropoli di Ruvo di Puglia.

Ad esempio, dal 6 aprile ospiterà l’esposizione “Mito – Dei ed eroi” che elogia del decorazioni del Palazzo e dei miti rappresentati per affrontare il tema dell’arte sia dal punto di vista del significato mitico che del valore artistico in sé per sé. In mostra ci saranno anche opere esterne come l’Hermitage di San Pietroburgo e numerosi esemplari artistici composti da stucchi, dipinti e affreschi.

La conservazione e ricerca delle opere d’arte per la promozione della cultura

Il 2019 segna il 20simo compleanno del progetto museale, avviato difatti nel 1999. Per festeggiare verrà avviata una mostra che celebrerà  i maestosi cicli decorativi del palazzo e le pregiate e antiche ceramiche.

Il progetto Cultura punta a realizzare una serie di interventi nel settore artistico e culturale da soli o in collaborazione con soggetti pubblici o privati.  Nel corso di venti anni sono state realizzate una lunga serie di mostre a ciclo continuo sia autonome che in collaborazione con altri soggetti.

Tesori d’arte che dopo secoli ancora raccontano delle storie appassionanti e le meraviglie dei secoli trascorsi, in possesso di Intesa San Paolo e che l’istituto ha scelto saggiamente di condividere e valorizzare.

Vi sono infatti oltre trentamila opere artistiche (delle quali un migliaia esposte in maniera permanente) che contano anche capolavori di Caravaggio, Canaletto e Tiepolo.

La valorizzazione del patrimonio artistico di Intesa San Paolo si basa su una continua attività di conservazione dei beni artistici, coinvolgendo laboratori di restauro e biblioteche. La collaborazione tra pubblico e privato è una pratica positiva per la diffusione e la conservazione dei reperti artistici e che può incrementare costantemente nel tempo il prestigio sia delle opere d’arte stesse che degli enti che le ospitano.

 

Condividi sui social network!Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *